ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Clinton lascia a Kerry. Tornerà per le presidenziali 2016?

Lettura in corso:

La Clinton lascia a Kerry. Tornerà per le presidenziali 2016?

Dimensioni di testo Aa Aa

Festa di addio o, forse, di arrivederci, per Hillary Clinton. Lascia il suo incarico di segretario di Stato e, al momento, la politica attiva. Lascia, forse, per tornare più forte. I problemi di salute ne hanno recentemente frenato l’attività, ma su una sua candidatura alle presidenziali del 2016 non cessano le speculazioni.

“L’America oggi è più forte al suo interno e più rispettata nel mondo. E la nostra leadership globale ha basi più solide di quanto molti avessero previsto” ha detto durante il discorso che ha tenuto in occasione della fine del suo mandato.

La Clinton è stata fra i segretari di Stato più attivi sul territorio: 112 i Paesi visitati durante quattro anni, un record, e presenza costante sui fronti più caldi della politica estera. Ma stilare un bilancio è più complicato, come spiega Susan Glasser, caporedattore del Foreign Policy Magazine:

“La percezione comune è che abbia fatto un grande lavoro. La sua popolarità è tra le più alte fra tutti i politici. Allo stesso tempo, pochissimi possono indicare risultati concreti che abbia raggiunto nel suo lavoro. Ciò ci porta alla domanda: ‘qual è il ruolo del segretario di Stato al giorno d’oggi?’”

Questo ruolo dai confini incerti sarà svolto, per i prossimi quattro anni, da John Kerry, senatore da 28 anni, candidato alla Casa Bianca nel 2004. Uno dei maggiori esperti di diplomazia internazionale che gli Stati Uniti possano vantare.