ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto: la paura delle donne

Lettura in corso:

Egitto: la paura delle donne

Dimensioni di testo Aa Aa

Partecipare a una manifestazione in Egitto può essere pericoloso. Ancor di più per una donna. Da quando, poco più di due anni fa è iniziata la rivoluzione, in ogni raduno di piazza si sono registrate molestie e perfino violenze sessuali nei confronti di alcune delle dimostranti. In molti sospettano che i soprusi siano un modo per scoraggiare le donne dal partecipare alle manifestazioni.

“Negli ultimi due mesi, durante le grandi manifestazioni – spiega Salma Tarzi dell’associazione Opantish – ci sono stati attacchi molto duri e aggressivi. Oggi il nostro obiettivo è quello di fermare le molestie prima che avvengano”.

“Le donne – aggiunge Nawal el Saadawi, autrice – rappresentano la metà della società e assistiamo a un contraccolpo contro le donne. In qualsiasi campo. Un contraccolpo e dobbiamo respingerlo”.

Proprio per evitare il ripetersi di episodi simili, un
gruppo di attivisti, riconoscibili dal casco giallo, ha deciso di presidiare le zone in cui normalmente si svolgono le manifestazioni per provare a garantire la sicurezza.