ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria, minacciata la risposta armata contro Israele

Lettura in corso:

Siria, minacciata la risposta armata contro Israele

Dimensioni di testo Aa Aa

Il bombardamento di un centro di ricerca militare, vicino al confine con il Libano, avvenuto ieri e attribuito da Damasco a Tel Aviv rischia di rendere ancora più precario l’equilibrio politico dell’intera regione. Israele non conferma e non smentisce di avere condfotto l’attacco, ma
alcuni quotidiani nazionali e statunitensi riportano l’indiscrezione che Washington sarebbe stata avvertita, del programmato raid aereo, un giorno prima da Tel Aviv. Immediata la reazione della Russia alla notizia dell’attacco, Alexander Lukashevich, portavoce Ministero degli Esteri russo: “Se l’informazione venisse confermata, si tratterebbe di una violazione delle norme a fondamento del diritto internazionale”.

La condanna del presunto attacco è giunta anche dalla Turchia, che afferma di non essere in possesso di alcuna informazione ufficiale, Selcuk Unal, portavoce Ministro degli Esteri turco:
“Abbiamo seguito gli sviluppo dai media, questo incidente svela come sia diventata complicata la situazione in Siria e come metta a rischio la pace nell’intera regione”. Ferma condanna è giunta anche dalla Lega araba che ha chiesto alla Comunità internazionale di assumersi la responsabilità degli atti unilaterali condotti da Israele.