ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria-Israele: i ministri europei temono le armi chimiche del regime

Lettura in corso:

Siria-Israele: i ministri europei temono le armi chimiche del regime

Dimensioni di testo Aa Aa

C‘è inquietudine tra i ministri degli esteri europei a Bruxelles per il presunto attacco di Israele a centri di ricerca siriani. L’Unione europea è a favore di una soluzione politica del conflitto in Siria, ma ora teme ripercussioni nella regione.

“Dal conflitto siriano possono giungere grandi pericoli- avverte il ministro degli Esteri britannnico William Hague- pericoli per le armi chimiche e biologiche che riteniamo abbia la Siria, pericoli per il contrabbando di armi nella regione”

Alla riunione si discuterà anche della guerra in Mali. L’unione europea vuole nominare un rappresentante speciale per la situazione nel Sahel.

“Voglio mantenere alta l’attenzione sul Sahel, spiega il commissario per gli aiuti umanitari Kristalina Georgieva, “è una regione vulnerabile, quel che succede in Mali ha conseguenze anche nei paesi vicini”

L’Unione europea sta preparando l’avvio di una missione di formazione per l’esercito maliano, ma si potrebbe andare oltre.

Andrei Beketov, euronews: “I partner della Francia non resteranno passivi ad osservare le operazioni in Mali. L’Unione europea ritiene di dover lavorare per garantire maggiore sicurezza nei paesi vicini del Sud europa. La prossima tappa nell’integrazione europea potrebbe essere proprio maggiore cooperazione per difesa e affari esteri”.