ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mali: liberata anche Kidal, ora si rischia guerra di logoramento

Lettura in corso:

Mali: liberata anche Kidal, ora si rischia guerra di logoramento

Dimensioni di testo Aa Aa

Un’avanguardia dell’esercito maliano ha raggiunto Kidal, ultima città da liberare, nell’estremo nord-est del Paese. I francesi avevano già preso il controllo dell’aeroporto. I due movimenti dei tuareg che controllano gran parte della città avevano chiesto che non entrassero le truppe maliane o altri contingenti africani, prima del raggiungimento di un accordo politico con Bamako. I tuareg, prima che i jihadisti prendessero il controllo, si erano armati per l’autonomia, se non l’indipendenza, dell’Azawad, la zona desertica del Mali.

Il Presidente Traoré conferma di essere disponibile a trattare con gli autonomisti tuareg, a condizione che rinuncino alle pretese territoriali e – aggiunge – che accettino di integrarsi definitivamente nel Mali.

“In quanto ai jihadisti di Ansar Dine, penso che l’unica soluzione per loro sia una solenne dichiarazione di rinuncia alla Sharia”, conclude.

Strappate al nemico le città, resta molto da fare: da una parte si tratterà di impedire le rappresaglie contro i tuareg e i commercianti arabi, dall’altra restano da stanare gli jihadisti che si sono con ogni probabilità rifugiati sull’inespugnabile altipiano degli Ifoghas.