ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mali: Timbuctu liberata, jihadisti bruciano manoscritti rari

Lettura in corso:

Mali: Timbuctu liberata, jihadisti bruciano manoscritti rari

Dimensioni di testo Aa Aa

Un’esplosione di gioia accoglie l’ingresso a Timbuctu delle truppe francesi e maliane.

Le forze armate hanno strappato il controllo della mitica città del nord del Mali ai gruppi jihadisti che l’avevano conquistata quasi un anno fa.

Il presidente francese Francois Hollande canta vittoria, quasi sorpreso dalla rapidità con cui le truppe francesi e africane stanno riconquistando le città chiave del nord del Paese e scacciando gli islamisti.

Ora , si avanza verso Kidal in mano ai tuareg del Movimento nazionale per la liberazione dell’Azawad.

Timbuctu, la regina del deserto, patrimonio dell’umanità, rimarrà per sembre segnata dall’occupazione islamista di Ansar Dine.

I ribelli hanno dato alle fiamme l’istituto Ahmed Baba. Si stima che contenga 18.000 manoscritti secolari.

È l’ennesimo pesante colpo all’eredità culturale di una città già sfregiata, a giugno, dalla distruzione di mausolei, santuari e tombe dei teologi sufi, una corrente dell’Islam considerata dai jihadisti troppo moderata.