ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Crimine culturale" a Timbuctu. A pagare sono gli antichi manoscritti

Lettura in corso:

"Crimine culturale" a Timbuctu. A pagare sono gli antichi manoscritti

Dimensioni di testo Aa Aa

Senza spargimento di sangue, ma al probabile prezzo di quello che le autorità locali già definiscono un crimine culturale.

Accolte a Timbuctu come liberatrici, le truppe di Francia e Mali hanno non hanno trovato lunedì alcuna resistenza.

Prima di abbandonare l’antica capitale dell’Islam africano, gli islamisti hanno però fatto terra bruciata dietro di sé. E a farne le spese è stata anche una delle cassaforti della sua cultura.

“Dicono di aver distrutto tutto perché glielo prescrive la religione – racconta un bibliotecario del celebre istituto Ahmed Baba – la moschea, ma anche oggetti che risalivano a 300-400 anni fa…”

Incerte sono soprattutto le sorti di intestimabili manuscritti, in alcuni casi risalenti al XIV secolo. Alcuni pare siano stati bruciati durante il saccheggio, altri messi in salvo per tempo dalle autorità.

Mentre sul fronte militare Londra lascia intendere il prossimo invio di qualche decina di uomini, ad Addis Abeba una conferenza di donatori fa i primi conti dell’operazione militare: il costo stimato è di circa 750 milioni di euro, l’appello a raccoglierne poco meno della metà.

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

(2) Senza spargimento di sangue, ma al probabile prezzo di quello che le autorità locali già definiscono un crimine culturale. (7/8)

(10) Accolte a Timbuctu come liberatrici, le truppe di Francia e Mali hanno non hanno trovato lunedì alcuna resistenza. (6/8)

(18) Prima di abbandonare l’antica capitale dell’Islam africano, gli islamisti hanno però fatto terra bruciata dietro di sé. E a farne le spese è stata anche una delle cassaforti della sua cultura. (11/11)

(29 sot) “Dicono di aver distrutto tutto perché glielo prescrive la religione – racconta un bibliotecario del celebre istituto Ahmed Baba – la moschea, ma anche oggetti che risalivano a tre-quattrocento anni fa…” (11/11)

(40) Incerte sono soprattutto le sorti di intestimabili manuscritti, in alcuni casi risalenti al XIV secolo. Alcuni pare siano stati bruciati durante il saccheggio, altri messi in salvo per tempo dalle autorità. (12/12)

(52) Mentre sul fronte militare Londra lascia intendere il prossimo invio di qualche decina di uomini, ad Addis Abeba una conferenza di donatori fa i primi conti dell’operazione militare: il costo stimato è di circa 750 milioni di euro, l’appello a raccoglierne poco meno della metà. (17/17)