ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Washington, in migliaia per controllo sulle armi

Lettura in corso:

Washington, in migliaia per controllo sulle armi

Dimensioni di testo Aa Aa

Per le strade di Washington hanno marciato in migliaia questo sabato per chiedere maggiori controlli sulle armi e il bando dei fucili d’assalto.

Presenti anche i familiari delle vittime della scuola Sandy Hook e gli abitanti di Newtown, teatro dell’ultima tragedia nel Connecticut in cui hanno perso la vita 20 bambini e sei adulti.

“Dobbiamo eliminare le armi dalle nostre strade e dalla societá”, dichiara Vincet Gray, sindaco di
Washington DC. “È necessario che ci sia un controllo capillare. Bisogna impedire alle persone con disturbi mentali di possederle.”

Una manifestazione in sostegno dell’entrata in vigore delle misure proposte dal presidente Obama.
Oltre al bando sulle armi automatiche e i caricatori di proiettili di grande portata, è previsto anche
l’obbligo di controlli sull’identità e i precedenti degli acquirenti.

Alla marcia hanno preso parte esponenti delle istituzioni, del mondo sociale e dello spetttacolo come l’attrice Kathleen Turner: “La società civile”, dice, “è oggi molto attiva, è consapevole che bisogna combattere per arrivare a una normativa.”

Il Congresso metta da parte la politica: la speranza
che ha espresso a più riprese il presidente Obama.

Stefan Grobe, euronews:
“L’America contraria alle armi ha fatto sentire con forza la propria voce. L’amministrazione Obama è decisa ad andare avanti. Se questa mobilitazione avrá degli effetti nel Congresso resta in dubbio.”