ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Proteste e scontri in Egitto, Morsi: "Rifiutare la violenza"

Lettura in corso:

Proteste e scontri in Egitto, Morsi: "Rifiutare la violenza"

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono costati la vita a due giovani poliziotti e a sei dimostranti i violenti scontri a Suez nella giornata di protesta nazionale contro il presidente Morsi. Un bilancio che resta provvisorio. Secondo i testimoni, la polizia ha aperto il fuoco sui manifestanti che hanno cercato di assaltare la sede del governatorato regionale.

Al Cairo in migliaia si sono radunati in piazza Tahrir, il cuore della rivoluzione egiziana, per chiedere “la caduta del regime”. La rabbia è soprattuto dei più giovani che hanno lanciato pietre contro il muro che è stato eretto per impedire l’accesso alla zona del Parlamento. “Dove sono le promesse di Morsi?” ha gridato la folla.

‘‘Rifiutare la violenza:” lo ha chiesto il presidente agli egiziani dopo gli scontri. Il malcontento è destinato a salire in un Paese sempre più povero.

Mohammed Shaikhibrahim, euronews:
“La società egiziana vive un momento di profonda frustrazione, le celebrazioni del secondo anniversario della rivolta che fece cadere Hosni Mubarak sono sfociate in violenze al Cairo e in altre città egiziane. Questo significa che da una rivoluzione ne sta nascendo un’altra.”