ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: scontri a Homs e Idlib, Giordania chiede più aiuti per i profughi

Lettura in corso:

Siria: scontri a Homs e Idlib, Giordania chiede più aiuti per i profughi

Dimensioni di testo Aa Aa

I ribelli siriani dicono di aver preso il controllo di altri due quartieri di Homs, città cruciale che si trova all’incrocio degli assi di collegamento principali, sulle direttrici est-ovest e nord-sud.

Gli scontri sono particolarmente violenti in queste ore, l’esercito regolare tenta di replicare ma trova un forte fuoco di sbarramento da parte dei ribelli.

Sarebbero oltre 120 i morti nel Paese, in poco più di una giornata.

A Idlib, i ribelli hanno tra l’altro conquistato il penitenziario e dicono di aver rimesso in libertà oltre trecento detenuti.

A Davos, nel corso del Forum Economico Mondiale, il Re di Giordania ha chiesto alla comunità internazionale di dimostrarsi più generosa con i profughi siriani: gli aiuti latitano, in una stagione particolarmente difficile. Secondo le ultime stime, i profughi costretti nelle tendopoli in Turchia sono ormai oltre 160.000. Al campo profughi giordano di Zaatari nelle ultime 24 ore sono arrivate oltre seimila persone. In totale, la Giordania ne ospita ormai 300.000. Secondo l’ONU, entro giugno i profughi nei quattro Paesi confinanti con la Siria saranno più di un milione.