ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia: primo via libera alla controversa legge sulla propaganda gay

Lettura in corso:

Russia: primo via libera alla controversa legge sulla propaganda gay

Dimensioni di testo Aa Aa

La Duma dà il primo via libera alla controversa legge contro la propaganda omosessuale verso i minori. Tra le proteste della comunità gay, la camera bassa del Parlamento russo ha approvato in prima lettura un testo che prevede sanzioni per qualsiasi azione pubblica in difesa dei diritti dei gay e a favore dell’omosessualità. Secondo i promotori, la propaganda si starebbe diffondendo nel Paese, e i minori sarebbero particolarmente vulnerabili.

Sulla vicenda interviene l’ultranazionalista Vladimir Zhirinovsky, secondo cui è in realtà più pericoloso vietare, proprio perché la propaganda continuerà di pari passo con il dibattito. I voti favorevoli sono stati 388 favorevoli, uno contrario e un’astensione in questo primo di tre passaggi legislativi.

L’attivista e giornalista Elena Kostyuchenko spiega:
“La legge non definisce assolutamente quello che si intende per propaganda gay, e le ragioni sono comprensibili, perché la propaganda gay non esiste. Stando a questa legge, qualsiasi informazione che paragoni i valori tradizionali con relazioni non ortodosse deve essere considerata propaganda gay”.

La proposta di legge è stata fortemente appoggiata dalla Chiesa ortodossa russa, ma è stata accompagnata da manifestazioni e scontri a Mosca. Prima di diventare legge, il provvedimento deve passare all’esame della camera alta del Parlamento e poi del presidente Vladimir Putin.