ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto: 2 anni da rivoluzione, ancora scontri. Oltre 100 feriti

Lettura in corso:

Egitto: 2 anni da rivoluzione, ancora scontri. Oltre 100 feriti

Dimensioni di testo Aa Aa

Due anni dopo la rivoluzione egiziana, è ancora la rabbia ad animare le celebrazioni in piazza Tahrir.

Nel secondo anniversario dalla caduta di Hosni
Mubarak, i nuovi nemici sono il presidente Mohamed Morsi e i Fratelli musulmani. L’opposizione laica è contro la svolta islamista introdotta dalla nuova Costituzione.

Oltre 100 i feriti in tutto il Paese, in fiamme la sede della fratellanza a Ismailiya, circondato l’edificio della tv di Stato.

“La gente non si darà pace fino a quando non saranno accolte le nostre richieste – spiega il regista egiziano, Khaled Youssef – Innanzitutto, la cacciata del regime attuale, che non rappresenta le aspirazioni e gli obiettivi della rivoluzione”.

Al Cairo, la polizia ha respinto con i gas lacrimogeni il tentativo di assalto al palazzo presidenziale. I manifestanti hanno cercato di superare la barriera eretta a difesa degli edifici governativi e di entrare nella sede dell’Accademia delle Scienze.

Ad Alessandria, i feriti sono 45. Secondo un’emittente panaraba, alcune persone sono state raggiunte da colpi d’arma da fuoco, durante un assalto alla sede del governo.

Sventato il tentato attacco alla casa natale del presidente Morsi, nella provincia di Sharqya.