ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Strage di Bengasi, Hillary Clinton: "Mi sento responsabile"

Lettura in corso:

Strage di Bengasi, Hillary Clinton: "Mi sento responsabile"

Dimensioni di testo Aa Aa

Hillary Clinton davanti alla Commissione Esteri del Senato. Il Segretario di Stato americano uscente ha dovuto rispondere dell’attacco al consolato statunitense di Bengasi dell’11 settembre 2012. Era presente anche John Mc Cain. Momenti di tensione quando il senatore repubblicano ha voluto sapere perché Hillary Clinton non fosse a conoscenza della richiesta di ulteriori misure di sicurezza in Libia.

“Mi sento davvero responsabile” ha dichiarato Hillary Clinton. “Mi sento responsabile per le quasi 70.000 persone che lavorano per il Dipartimento di Stato. Le richieste di specifiche misure di sicurezza che riguardavano Bengasi venivano gestite dagli addetti alla sicurezza nel Dipartimento. Io non ho visto queste richieste, non mi sono arrivate, non le ho approvate né respinte. Di solito non arrivano al Segretario di Stato”.

L’11 settembre 2012 un attacco al consolato statunitense di Bengasi in Libia provocò la morte di quattro diplomatici americani, tra cui l’ambasciatore. La causa della strage sembrò all’inizio un film blasfemo nei confronti dell’Islam. Indagini più approfondite attribuirono poi la responsabilità ad Al Qaeda.