ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cameron: "Referendum sull'UE se vinceremo nel 2015"

Lettura in corso:

Cameron: "Referendum sull'UE se vinceremo nel 2015"

Dimensioni di testo Aa Aa

Il premier britannico David Cameron apre alla possibilità di un referendum sull’Unione Europea. Una consultazione che dovrà decidere la permanenza del Regno Unito all’interno dell’Unione, ma che si svolgerà solo se Cameron e il partito dei Tories verranno riconfermati alle elezioni del 2015.

“Oggi la delusione dei cittadini verso l’Unione Europea è ai massimi livelli di sempre” ha dichiarato Cameron. “E i motivi sono diversi. La sensazione è che l’Unione Europea stia andando in una direzione che la gente non approva. È infastidita dalla sua interferenza nella nostra vita nazionale e considera inutili le sue regole e i suoi regolamenti. Ecco perché sono a favore di un referendum. Credo che si debba affrontare il problema portando avanti il dibattito e non semplicemente sperando che una situazione difficile si risolva da sola”.

Le prime reazioni non si sono fatte attendere.
“Dobbiamo concentrarci su lavoro e crescita” ha detto il presidente del Parlamento europeo Martin Schulz.

“Dobbiamo anche pensare attentamente all’impatto della nostra influenza sul tavolo delle decisioni degli affari internazionali” ha proseguito il premier britannico. “Non c‘è dubbio che siamo più potenti a Washington, Pechino e Nuova Delhi, perché siamo giocatori potenti all’interno dell’Unione Europea. Questo è importante per l’occupazione britannica, l’influenza britannica e la sicurezza britannica. È importante per la nostra capacità di realizzare le cose nel mondo.
So che ci sarà chi dice che la visione da me descritta sarà difficile da raggiungere, che se non siamo a nostro agio all’interno dell’Europa dopo 40 anni, non lo saremo mai. Ma mi rifiuto di assumere un simile atteggiamento di sconfitta, sia per la Gran Bretagna, sia per l’Europa, perché credo con coraggio e convinzione che possiamo rendere l’Unione Europea più flessibile, versatile e aperta”.

Pur appoggiando il referendum che potrebbe tenersi al più tardi entro la fine del 2017, Cameron ha dunque manifestato posizioni filoeuropee, dichiarando di non essere un isolazionista e di volere un’Europa migliore.

David Cameron’s EU speechfull text (English)