ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grande festa dell'investitura di Obama: altri 4 anni di sfide

Lettura in corso:

Grande festa dell'investitura di Obama: altri 4 anni di sfide

Dimensioni di testo Aa Aa

Black music for a Black President. E’ stata principalmente una grande giornata di festa quella del giuramento pubblico di Barack Obama, che si è lasciato trasportare dalle note di Steve Wonder tra le braccia della moglie Michelle.

Una giornata in tono con lo spirito del secondo mandato: non già come per l’investitura del 2009 il peso e la sfida dell’evento storico – il primo Presidente nero per gli Stati Uniti – ma piuttosto la filosofia del secondo mandato, quello in cui si può osare di più senza il cruccio della rielezione.

Il 44esimo Capo della Casa Bianca ha percorso la Pennsylvania Avenue nella parata ufficiale che unisce simbolicamente Capitol Hill alla Casa Bianca. Il potere legislativo e quello esecutivo.

Poco prima Obama aveva giurato sulla Bibbia di Abramo Lincoln, che abolì la schiavitù, e di Martin Luther King, simbolo della causa nera.

Ma una volta giunto allo Studio Ovale, Obama è subito tornato alla realtà: quella del duro lavoro per riformare il Paese trovando la quadratura del cerchio tra Democratici e Repubblicani.