ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

All'Ecofin di Bruxelles è il momento della Tobin tax

Lettura in corso:

All'Ecofin di Bruxelles è il momento della Tobin tax

Dimensioni di testo Aa Aa

La tassa sulle transazioni finanziarie, la famigerata “Tobin tax”, fa il suo esordio all’Ecofin, il vertice dei ministri delle finanze dell’Unione Europea a Bruxelles. La notizia piace di certo al fisco, che prevede un gettito di quasi 35 miliardi di euro l’anno. Ma i detrattori sono tanti. Come la Svezia, secondo cui i flussi di denaro cambieranno semplicemente sede. Opposizione che ha costretto l’unione a ricorrere alla “cooperazione rafforzata”, con l’esordio della tassa solo in 11 stati, tra cui Italia, Spagna e Germania. Contraria anche l’Inghilterra, che ha in Londra il principale hub finanziario d’Europa e che sarà comunque toccata dal dazio in caso di transazioni con uno degli stati in questione. Senza contare il giudizio di tanti esperti, che ricorrono ad una metafora storica: la tassa sta al sistema finanziario globale come nel XVII secolo il salasso con le sanguisughe stava al corpo umano. Impossibile capire le conseguenze della cura se non si conosce a fondo come funziona il corpo del malato.