ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Algeria. Premier: 5 stranieri ancora dispersi dopo blitz In Amenas

Lettura in corso:

Algeria. Premier: 5 stranieri ancora dispersi dopo blitz In Amenas

Dimensioni di testo Aa Aa

Un bilancio ufficiale ma, paradossalmente, non ancora definitivo. Le parole del Primo ministro algerino Abdelmalek Sellal sul sequestro nel sito di estrazione del gas di In Amenas e sul successivo blitz delle forze speciali lascia diversi margine di incertezza. Primo, la sorte di 5 cittadini stranieri che mancano ancora all’appello. Secondo, il bilancio dei morti che conta un unico algerino.
 
“Gli ostaggi sono stati tutti liberati tranne 5 cittadini stranieri che risultano tutt’ora dispersi: forse si sono nascosti o sono fuggiti altrove, forse sono morti” ha detto il Premier.
 
Trentasette ostaggi stranieri uccisi e uno algerino, 27 jihadisti uccisi nel blitz delle forze algerine. Ma lo scenario, nella centrale ai confini con la Libia, è quello di una dura battaglia, nella quale pare difficile che non abbia perso la vita nemmeno un militare di Algeri.
 
Il Premier ha confermato il ruolo della ‘Brigata dei Firmatari col Sangue’ guidata dall’algerino Mokhtar Belmokhtar, uno dei fondatori di Aqmi che ora minaccia nuovi attacchi contro la Francia.