ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

2013, anno europeo dei cittadini

Lettura in corso:

2013, anno europeo dei cittadini

Dimensioni di testo Aa Aa

Cittadinanza europea e diritti. Un rapporto di non sempre facile comprensione reciproca. Per questo le istituzioni europee hanno deciso di dedicare il 2013 proprio ai cittadini.
All’Irlanda, che detiene la Presidenza semestrale dell’Unione, il compito di avvicinare europei e istituzioni.

Lucinda Creighton, Ministro irlandese agli Affari europei afferma:“E’ una grande sfida, significa coinvolgere la cittadinanza su una serie amplissima di temi: dalla libertà di movimento, alla varietà dei diritti, alle aspettative sull’Unione”.

Bruxelles, cuore isitituzionale d’Europa, ha dato il via a una serie d’inziative attraverso le quali far conoscere diritti e doveri del vivere comunitario.
Conny Reuter, rete europea di Ong Solidar, dichiara:“Pochissimi conoscono la Carta dei Diritti Fondamentali. Esistono diversi tipi di diritti, ad esempio molti relativi all’anti-discriminazione non vengono recepiti. Il primo punto su cui intervenire è proprio la scarsa consapevolezza dei propri diritti da parte dei cittadini”.

L’Unione europea prova a ripianare il deficit democratico che le viene spesso rimproverato. Mettendo al centroil cittadino si spera nel 2013 di costruire oltre all’Europa delle istituzioni anche quella dei popoli.