ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mali: le forze regolari e francesi riconquistano città strategiche

Lettura in corso:

Mali: le forze regolari e francesi riconquistano città strategiche

Dimensioni di testo Aa Aa

Lo stato di emergenza viene prolungato per tre mesi in Mali, dove le forze francesi e quelle del Paese africano hanno strappato ai ribelli islamici il controllo di città strategiche centrali. Diabali si trova a circa 350 chilometri a nord della capitale Bamako, Douentza a circa 800 a nord-est.

Le forze dell’ex potenza coloniale sono intervenute con bombardamenti aerei che con operazioni sul terreno al fianco di quelle regolari, mettendo in fuga i ribelli. Euronews ha raccolto la testimonianza dei residenti di Diabali, a lungo base per diversi gruppi legati ad al Qaida.

“I ribelli si erano posizionati davanti a casa mia – dice un signore -. Ho fatto andare via la mia famiglia, io sono rimasto. Gli aerei hanno bombardato i campi dei ribelli e i furgoncini davanti a casa. Dopo la prima bomba sono svenuto. Quando ho ripreso conoscenza, gli aerei sono tornati a passare. C‘è stata una nuova bomba e da allora mi fa male la testa e ho difficoltà a vedere”.

L’Unione europea ha proposto una riunione internazionale sul Mali il 5 febbraio a Bruxelles. Per la Francia la riconquista di queste due città strategiche rappresenta un successo. Ma apre anche una nuova fase nelle operazioni contro i miliziani islamici: “Questi luoghi mostrano la violenza dei combattimenti che hanno opposto l’esercito francese e quello del Mali ai ribelli – dice l’inviato di euronews François Chignac -, qui a Diabali, la liberazione della città apre un nuovo capitolo nella riconquista del territorio, e potrebbero esservi nuovi episodi altrettanto violenti”.