ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In Amenas: il pesante tributo di Tokio e Londra

Lettura in corso:

In Amenas: il pesante tributo di Tokio e Londra

Dimensioni di testo Aa Aa

In Algeria le autorità dei paesi coinvolti nel maxi sequestro finito in un bagno di sangue, Giappone in primis.

Tokyo, che premeva per la tutela della vita degli ostaggi, ha criticato l’assalto finale deciso da Algeri. Sette morti e tre dispersi è il pesante tributo nipponico.

“Per conto del governo giapponese condanno l’attacco terroristico”, ha dichiarato il vice ministro degli esteri nipponico Minoru Kiuchi, “e mi auguro che i sopravvissuti, giapponesi o di altra nazionalità, siano in condizioni di sicurezza”.

Tre morti anche per la Gran Bretagna, altri tre tra le presunte vittime. Dopo le critiche iniziali, Londra si dice pronta a contribuire con i suoi mezzi di intelligence e antiterrorsimo a smantellare la rete responsabile.

Il nord Africa sta diventando una ‘‘calamita per jihadisti’‘, ha dichiarato in Parlamento il premier britannico David Cameron.

“Vorremmo riconoscere il lavoro fatto dagli algerini. La responsabilità dei morti è dei terroristi”, ha detto il primo ministro, “In questa vicenda restano molti interrogativi, ma una cosa è chiara: questo attacco mostra la minaccia terroristica che incombe sui paesi e i popoli di quella regione, e anche sui nostri cittadini, le nostre aziende ei nostri interessi”.

E Cameron avverte: la lotta al terrorismo deve essere al cuore dell’azione del G8, di cui Londra ha appena assunto la presidenza di turno per il 2013.