ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Maliani e francesi preparano l'assalto a Diabali

Lettura in corso:

Maliani e francesi preparano l'assalto a Diabali

Dimensioni di testo Aa Aa

Notizie contraddittorie giungono dal Mali. Diabali non sarebbe del tutto priva di ribelli, come era stato ipotizzato sabato dalle forze armate, e così le forze armate stanno ancora preparando il proprio ingresso nella città. La presenza di guerriglieri è stata accertata tramite droni.

In altre città già liberate, la comunità araba e tuareg accusano l’esercito di aver compiuto atti di violenza e saccheggi nei confronti dei civili.

Il blitz a Diabali, che sarà compiuto congiuntamente da militari francesi e maliani, è reso particolarmente difficile dalla possibilità che i jihadisti si mischino alla popolazione locale.

L’arrivo delle truppe transalpine è salutato con favore dall’esercito locale, come conferma il colonnello Sidy Bé:

“Se mai dovessero effettuare un’offensiva, saremo lì a contrastarli. I nostri amici francesi sono qui, siamo perfettamente in simbiosi, lavoriamo con buona coordinazione. Quindi non ci sono problemi”.

Le aree controllate dai ribelli, comunque, sono ancora molto vaste.

“Bisogna – dice un capitano dell’esercito maliano – vigilare per contrastare qualunque attacco che possa venire da qualsiasi punto del Mali”.

Duecento soldati francesi si sono spostati a Niono dal campo allestito più a sud.

L’obiettivo dell’operazione è riunire le truppe maliane che si trovano qui a Niono e quelle francesi, con base a Markala. E, forse, di stabilire una futura strategia comune.