ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Algeria: crisi ostaggi, aumenta il bilancio delle vittime


Algeria

Algeria: crisi ostaggi, aumenta il bilancio delle vittime

L’attacco delle forze algerine a un convoglio di militanti islamisti vicino al sito gasiero di In Amenas. Queste immagini amatoriali girate probabilmente giovedì da un ostaggio riuscito a fuggire raccontano una parte di una storia finita tragicamente.

Ventritré gli ostaggi e 32 gli assalitori uccisi, il bilancio ufficiale, mentre oggi sarebbero stati trovati altri 25 corpi. L’assedio si è concluso con l’assalto delle forze speciali algerine.

Il bilancio aumenterà, secondo Algeri. Centosette ostaggi stranieri e 685 algerini sono stati liberati. La tv nazionale ha mostrato una serie di fotografie scattate durante la crisi degli ostaggi, di cui tuttavia non è stato possibile verificare l’autenticità. Secondo una testimonianza i rapitori li costringevano a indossare esplosivi.

Il commando, formato da terroristi islamici di sei diverse nazionalità, considerava l’attacco una ritorsione contro l’intervento militare francese in Mali, cui l’Algeria ha offerto sostegno logistico.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Usa: armi, scendono in strada gli oppositori al piano Obama