ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia: schock per l'aggressione al direttore del Bolshoi

Lettura in corso:

Russia: schock per l'aggressione al direttore del Bolshoi

Dimensioni di testo Aa Aa

La comunità artistica moscovita è sotto schock, dopo l’aggressione subita dal direttore del Bolshoi: Serghei Filin, 42 anni, nelle scorse ore è stato operato agli occhi. Uno sconosciuto gli aveva lanciato una bottiglietta d’acido sul volto, le cornee sono danneggiate, rischia di perdere la vista, quasi tutta la faccia ha subito ustioni di terzo grado.

Un atto preceduto da minacce: dalle telefonate mute alle mail anonime, dalle gomme bucate alla diffusione di materiale per screditarlo.

Il 31 dicembre, racconta, “i miei telefoni erano bloccati, non riuscivo più a comunicare normalmente. Era un avvertimento”.

L’inchiesta ora dovrà sondare l’ambiente che ruota attorno al più famoso e numeroso corpo di ballo del mondo, con una tradizione di disciplina ferrea e di gelosie e rancori.

Filin, ex danzatore, è un direttore estremamente duro. E alla sua direzione sono legate molte polemiche, comprese le dimissioni di alcune étoiles.

Al momento dell’aggressione stava rincasando dalla festa per i 150 anni di Stanislavski. Un uomo, dal volto coperto, gli ha gettato l’acido e si è rapidamente dileguato.