ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mali, l'esercito respinge miliziani islamisti a Nord

Lettura in corso:

Mali, l'esercito respinge miliziani islamisti a Nord

Dimensioni di testo Aa Aa

Konna, la città simbolo che ha dato inizio all’operazione militare francese in Mali sarebbe ormai sotto il pieno controllo dell’esercito maliéno.
 
Nel terzo giorno dall’inizio delle operazioni di terra delle truppe francesi in Mali, Parigi e Bamako respingono le truppe islamiste verso il Nord, dalla scorsa primavera loro roccaforte. E in quest’area strategica si concentrano i raid aerei, soprattuto a Diabali e al confine con la Mauritania. Obiettivo: impedire l’arrivo di rinforzi ai miliziani.
 
Nella capitale l’intervento francese ottiene il plauso della popolazione civile che esprime perplessità riguardo le capacità degli alleati africani.
Un residente della capitale afferma:“Tutti preferiamo la Francia ai Paesi della Comunità economica degli stati dell’Africa Occidentale. Siamo davvero orgogliosi del suo intervento”.
Della stessa opinione un altro cittadino di Bamako:“Gli stati africani non hanno i mezzi adatti, non fanno altro che parlare. Ci stanno mettendo troppo tempo a intervenire, senza la Francia saremmo persi”.
 
 
Duemilacinquecento le truppe francesi attese in Mali. Parigi che ha dispiegato millequattrocento uomini nel Paese attende l’arrivo in giornata di mille soldati da Nigeria e Togo. I primi della Comunità economica dei Paesi dell’Africa Occidentale a inviare rinforzi a Bamako.