ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Armstrong confessa il doping: "era un sistema"

Lettura in corso:

Armstrong confessa il doping: "era un sistema"

Dimensioni di testo Aa Aa

Lance Armstrong sugli schermi confessa pubblicamente il doping. Ma, spiega, “faceva parte di un sistema, non avevo l’impressione di barare. E volevo vincere a tutti i costi”.
 
“Ha mai preso sostanze vietate”, gli chiede la giornalista Oprah Winfrey, “per migliorare le sue prestazioni ciclistiche?”.
 
“Si”, risponde il ciclista.
 
“Tra queste sostanze c’era anche l’Epo?”.
 
“Si”.
 
“Ha fatto uso di iniezioni di droga o trasfusioni per migliorare la prestazione?”.
 
“Si”.
 
“Ha usato sostanze vietate come il testosterone, l’ormone della crescita umana o il cortisone?”.
 
“Si”.
 
“Secondo lei, sarebbe stato umanamente possibile vincere il Tour de France senza doping, sette volte di fila?”.
 
“A mio avviso, no”.
 
“Passerò il resto della vita a scusarmi”, ha detto il ciclista. Rischia il carcere per aver giurato il falso e la condanna a risarcimenti milionari. 
 
I titoli vinti gli sono stati revocati dopo la condanna delle autorità americane e la squalifica a vita.