ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Somalia, gli Shabab correggono Parigi: "Abbiamo ucciso noi l'ostaggio"

Lettura in corso:

Somalia, gli Shabab correggono Parigi: "Abbiamo ucciso noi l'ostaggio"

Dimensioni di testo Aa Aa

Il gruppo islamico fondamentalista degli Shabab, attivo in Somalia, afferma di aver ucciso il cittadino francese Denis Allex che teneva in ostaggio.

Secondo il governo di Parigi l’uomo sarebbe rimasto ucciso nel corso di una operazione per liberarlo; una operazione condotta con l’impiego di una cinquantina di agenti delle truppe d’elite.

L’uomo, che secondo gli Shabab lavorava per i servizi segreti francesi e si trovava in missione in Somalia per formare quadri e agenti della guardia presidenziale, è stato rapito nel 2009 a Bolomarir, nel sud del paese.

Con un comunicato gli Shabab accusano la Francia di aver firmato una condanna a morte dell’ostaggio con il tentativo stesso di usare la forza per liberarlo, ma anche con quella che definiscono una “crescente persecuzione dei musulmani di tutto il mondo” da parte della Francia, compiuta con le “operazioni militari in Afghanistan e più recentemente in Mali”.