ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La crisi in Mali suscita timori per i rifugiati

Lettura in corso:

La crisi in Mali suscita timori per i rifugiati

Dimensioni di testo Aa Aa

L’aggravarsi del conflitto in Mali preoccupa le agenzie umanitarie. L’intervento francese non ha fatto che esacerbare una crisi politica che si protrae ormai da un anno e che ha portato alla fuga centinaia di migliaia di persone, molte delle quali cercano rifugio nei Paesi limitrofi.

Secondo stime delle Nazioni Unite i rifugiati sono quasi 150.000. In Mauritania ne sono arrivati almeno 54.000, e l’opposizione lancia un appello e chiede il ritorno al tavolo delle trattative: “Respingiamo la guerra – ha detto il leader dell’opposizione Ahmed Ould Daddah -, il concetto e la forma perché non ha alcun senso e se inizierà provocherà seri disordini in Mauritania”.

Le agenzie umanitarie chiedono il dispiegamento di osservatori Onu nel Paese, anche per monitorare la situazione relativa a vittime e violazioni dei diritti umani. E avvertono: presto le risorse alimentari si esauriranno, perciò il peggio, forse, deve ancora arrivare.