ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mercato auto: un 2012 da dimenticare

Lettura in corso:

Mercato auto: un 2012 da dimenticare

Dimensioni di testo Aa Aa

Nel 2012 le nuove immatricolazioni in Europa hanno toccato il livello più basso dal ’95, totalizzando 12.053.904 auto: con la conseguenza che il mercato dell’auto nei 27 Paesi Ue ha segnato un calo dell’8,2%, il maggior ribasso dal 1993 (-16,9%). Lo comunica l’Acea, l’associazione che riunisce i costruttori di auto presenti in Europa.

Tra i cinque principali mercati dell’auto in Europa, l’Italia è quella che nel 2012 registra la flessione maggiore (-19,9% a 1.402.089 nuove vetture). Cali a doppia cifra anche per Francia (-13,9% a 1.898.760) e Spagna (-13,4% a 699.589). In ribasso le vendite anche in Germania (-2,9% a 3.082.504), mentre la Gran Bretagna registra un aumento delle nuove immatricolazioni del 5,3%.

L’unico settore che funziona è quello dell’auto di lusso guidate da Bentley che registra una crescita delle consegne del 22% .

Secondo quest’analista gli psicologi dicono che la casa riflette il vostro carattere mentre la vettura da l’idea di come vorreste il mondo. Credo infatti che un auto di lusso sia una dichiarazione.

Guardando al solo mese di dicembre, è invece la Spagna a mettere a segno la flessione più marcata (-23% a 51.197 unità), seguita dall’Italia (-22,5% a 86.735). Ribassi a doppia cifra anche per Germania (-16,4% a 204.331) e Francia (-14,6% a 160.314).