ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il ritorno di Alcatel-Lucent

Lettura in corso:

Il ritorno di Alcatel-Lucent

Dimensioni di testo Aa Aa

Alcatel-Lucent ha annunciato la firma di un contratto della durata di otto anni con Reliance Communicataions, il terzo operatore di telecomunicazioni in India.

Un contratto di 750 milioni di euro che si basa sulla gestione e l’offerta dei servizi di Reliance nel sud e nell’est dell’India: un mercato di 900 milioni di clienti.

Una vera e propria boccata d’ossigeno per il gruppo franco-americano che ha avuto un anno, il 2012, molto difficile. Alcatel-Lucent è uscito dal Cac 40 lo scorso 24 dicembre dopo un’importante svalutazione seguita alla fusione tra i due gruppi nel 2006.

Confrontato al rallentimento economico il gruppo di tlc ha annunciato lo scorso anno la soppressione di cinquemila posti di lavoro di cui 1500 in Francia. Alcatel-Lucent ha ottenuto a dicembre un prestito di 1,6 miliardi di euro ipotecando alcuni assets di un portafoglio molto ricco di brevetti.

Obiettivo ritrovare la fiducia dei mercati. E funziona. Da ottobre 2012 il gruppo franco-americano ha visto il valore del titolo apprezzarsi del 70%.
Gli investitori seguono la rotta. Mercoledi il titolo guadagna lo 0,96% alla borsa di Parigi in un mercato ribassista.

Tra le mosse future la vendita di Asn, Alcatel Submarine Network, l’attività dei cavi sottomarini.
In lizza France Télécom e un fondo d’investimento.