ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Banca Mondiale pessimista per il 2013, Pil a +2.4%

Lettura in corso:

Banca Mondiale pessimista per il 2013, Pil a +2.4%

Dimensioni di testo Aa Aa

Europa e Stati Uniti potrebbero frenare la crescita dell’economia mondiale. Parola della Banca Mondiale che ha rivisto al ribasso le stime per il 2013: +2,4% contro il +3% previsto precedentemente.

Le economie avanzate cresceranno dell’1,3%, quelle emergenti del 5,5%. Secondo l’istituto di New York il pil dell’area euro si contrarrà dello 0,1%.

“Nonostante le misure promettenti e talvolta anche coraggiose adottate in Europa, i problemi nella zona euro rimangono – spiega Jim Yong Kim presidente della Bamca Mondiale – Senza dimenticare i problemi sul riassetto della politica fiscale negli Stati Uniti. I rischi di questa situazione sono sostanziali, soprattutto per i Paesi in via di sviluppo che hanno economie poco stabili”.

L’espansione economica per i Paesi emergenti non è garantita – avvisa la Banca Mondiale -. Per continuare a crescere rapidamente, devono mantenere lo slancio sostenuto fra il 1990 e il 2000.

L’economia del Brasile dovrebbe espandersi del 3,4%, mentre il pil cinese potrebbe registrare una crescita dell’8,4%, dopo essere sceso sotto l’8% nel
2012.