ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pakistan: Corte Suprema ordina arresto premier Ashraf

Lettura in corso:

Pakistan: Corte Suprema ordina arresto premier Ashraf

Dimensioni di testo Aa Aa

La Corte Suprema del Pakistan ha ordinato l’arresto del primo ministro Raja Pervez Ashraf.

Il premier è accusato di aver incassato tangenti quando era ministro delle Acque e dell’Energia.

I giudici hanno chiesto l’arresto di altre 15 persone, ordinando che Ashraf sia condotto in aula questo mercoledì.

Il caso riguarda i cosiddetti Rental Power Project, soluzioni di facile installazione per la produzione e la fornitura di energia elettrica. Già a marzo del 2011, la giustizia pakistana dichiarò illegali gli impianti.

“Anche se in ritardo, la decisione della Corte Suprema è molto giusta – sostiene un abitante di Karachi – Avrebbe già dovuto dimettersi. Non è mai stato degno della carica di primo ministro. È stato coinvolto in corruzione e ha rubato denaro pubblico quando era Ministro per l’Energia”.

“Dovevano arrestarlo tempo fa, così come i suoi complici e gli alti funzionari che stavano saccheggiando la ricchezza del nostro Paese – spiega un commerciante di Karachi – La Corte Suprema dovrebbe prendere provvedimenti contro queste persone il più presto possibile”.

Nell’inchiesta sono coinvolte nove aziende accusate di aver ricevuto dal governo l’equivalente di circa 170 milioni di euro per realizzare degli impianti mai esistiti.