ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mali: primo sostegno europeo alla Francia

Lettura in corso:

Mali: primo sostegno europeo alla Francia

Dimensioni di testo Aa Aa

Lentamente e senza alcuna chiara coordinazione i paesi europei stanno offrendo sostegno logistico alla Francia per l’offensiva anti-terrorismo in Mali. Gran Bretagna, Danimarca e Belgio hanno messo a disposizione aerei da trasporto.

Il ministro degli Esteri belga Didier Reynders vorrebbe andare oltre: “Vogliamo lavorare insieme- ha dichiarato- non solo a sostegno della Francia ma soprattutto nell’operazione internazionale che spero seguirà”

L’Unione europea non invierà truppe da combattimento ma istruttori per formare l’esercito maliano- ha spiegato l’Alto rappresentante per la politica estera Catherine Ashton: “Dobbiamo accelerare la nostra azione, vogliamo far partire la nostra missione di formazione al piu’ presto, piu’ velocemente di quanto previsto perché le circostanze sono cambiate”.

Al Parlamento europeo tuttavia i deputati hanno evidenziato i limiti della politica estera europea.
Sottolinea il leader dei verdi Daniel Cohn-Bendit:
“Signora Ashton, lei dice: “Noi, noi siamo coinvolti”, tutti dicono “noi” ma laggiù ci sono solo i soldati francesi. Si dice ai francesi, vi diamo le infermiere, andate a farvi uccidere in Mali”

E’ una polemica che potrebbe scaldare il dibattito tra i ministri degli esteri europei giovedi’ a Bruxelles. Si discuteranno nuove misure per contrastare il rischio di contrabbando d’armi nella regione.