ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Repubblica Ceca: chiudono oggi i seggi per le presidenziali

Lettura in corso:

Repubblica Ceca: chiudono oggi i seggi per le presidenziali

Dimensioni di testo Aa Aa

Si chiudono oggi i seggi nella Repubblica Ceca, che per la prima volta elegge il suo Presidente con scrutinio diretto. Membro dell’Unione europea dal 2004, il Paese potrebbe ora trovare alla sua guida un europeista, dopo il decennio dell’euroscettico Vaclav Klaus, il cui secondo mandato scade il 7 marzo e che non può più ricandidarsi.

A Praga, alcuni elettori commentano: “Quello che apprezzo è che ora la gente comune può dire la sua. Non è tutto nelle mani dei politici”. “È un peccato che siamo arrivati a questo solo ora. È una cosa tipicamente ceca, siamo sempre gli ultimi. È anche un caos totale perché alcuni candidati mi sembrano clowns”.

I candidati tra cui scelgono i quasi 8 milioni e mezzo di elettori sono nove. In testa agli ultimi sondaggi c‘è l’economista Milos Zeman, ex premier, ex capo del Partito social-democratico, tra gli artefici dell’ingresso della Repubblica Ceca nell’Unione europea.

Altro favorito Jan Fischer, indipendente, come Zeman ex premier e con un passato di militanza nel partito comunista. I due dovrebbero giocarsi il ballottaggio del 25 e 26 gennaio. Ma il voto potrebbe riservare una sorpresa con Vladimir Franz, viso e corpo completamente tatuato, terzo secondo alcuni sondaggi.

Il nuovo Presidente sarà il terzo dall’indipendenza della Repubblica Ceca nel 1993.