ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mobilitazione internazionale per la lotta contro i ribelli islamici in Mali

Lettura in corso:

Mobilitazione internazionale per la lotta contro i ribelli islamici in Mali

Dimensioni di testo Aa Aa

La comunità internazionale si mobilita per sostenere il governo del Mali nella lotta ai ribelli islamici che controllano il nord. La Francia ha chiesto alle Nazioni Unite di accelerare il dispiegamento della forza africana prevista da una risoluzione adottata il mese scorso, mentre gli Stati Uniti si dicono pronti ad aiutare Parigi con supporto logistico, condivisione di intelligence e droni di sorveglianza.

Il presidente ad interim Dioncounda Traorè ha dichiarato: “Il governo del Mali ha deciso di dichiarare lo Stato di emergenza su tutto il territorio nazionale. Ogni cittadino, donna o uomo, deve considerarsi un soldato della nazione e agire come tale”.

L’Unione europea fa sapere di prepararsi ad accelerare il dispegamento di una missione militare per fornire addestramento alle forze del Mali, il cui esercito fa appello ai governi stranieri: “In base al tipo di assistenza prevista dalla Risoluzione Onu 2085 – ha detto il colonnello Abderamane Baby – quello che si chiede ai Paesi che vogliono aiutare il Mali è di vedere quale apporto possono fornire in concreto e come questo possa essere integrato nell’operazione”.

L’esercito ha annunciato di avere strappato ai ribelli che controllano il nord Konna – nel centro del Paese – località strategica sulla via della capitale Bamako. L’operazione è stata condotta con il supporto aereo della Francia – ex potenza coloniale con numerosi interessi nella regione – che a più riprese ha messo in guardia sul rischio rappresentato dai ribelli per i Paesi limitrofi e per l’Europa.