ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia: nuove tasse su case e imprese (ma non i dividendi)

Lettura in corso:

Grecia: nuove tasse su case e imprese (ma non i dividendi)

Dimensioni di testo Aa Aa

Nuove tasse per i greci: il Parlamento ha approvato misure che vanno dall’incremento delle imposte sulla casa a una diversa fiscalità per le imprese, che sembra favorire i grandi gruppi a discapito delle piccole e medie imprese. I profitti delle imprese verranno tassati al 26% invece del 20% attuale, ma per i dividendi si passa dal 25 al 10%. Lo scopo del governo è raccogliere altri due miliardi e mezzo di euro, necessari a sbloccare la prossima tranche del prestito internazionale. Anche con un’ulteriore tassa sulla casa, da pagare nella bolletta elettrica. Giorgia Katsoli, disoccupata come il marito e il figlio, non se le può permettere, quelle tasse:

“Sognavamo di comperare una casa per non dover pagare un affitto e non poter essere sbattuti fuori da un padrone o un altro. Così abbiamo comperato. Il risultato è che ora non possiamo pagare”

“Le tasse – dice il marito, Nikos Bellos – possono essere pagate da chi ha soldi. Se lunedì trovo un lavoro, potrò pagare le tasse, sì. Rispetterò la legge. Ma non ho soldi, cosa devo pagare?”

Disoccupati e pensionati che non possono pagare: sono casi frequenti, in un Paese che dopo sei anni di recessione è ulteriormente abbattuto dalle misure draconiane per il riequilibrio dei conti pubblici. La disoccupazione è ormai salita al 26%, e un cittadino su cinque vive al di sotto della soglia di povertà.