ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Curdi in lutto dopo l'omicidio a Parigi di tre militanti PKK

Lettura in corso:

Curdi in lutto dopo l'omicidio a Parigi di tre militanti PKK

Dimensioni di testo Aa Aa

In Francia, curdi in lutto all’indomani dell’uccisione della fondatrice del PKK; Sakine Cansize, e di due attiviste, freddate a colpi di pistola nel centro di Parigi.

Al centro di informazione sul Kurdistan, dove è avvenuto il delitto, numerosi membri della comunità si stringono intorno ai familiari.

“È un omicidio politico, vogliono uccidere i curdi”, dice Rodi, un curdo di 36 anni, “Abbiamo bisogno di pace, non di un governo che uccida queste persone: Come si può agire così?”.

Manifestazioni di piazza anche a Istanbul per denunciare il triplice, misterioso omicidio: molti sospettano che dietro ci sia la mano di Ankara; altri temono che possa compromettere le trattative di pace in corso tra PKK e governo turco.

“A Parigi hanno linciato tre nostre donne istruite, le hanno massacrate”, commenta Mahsun Demir, abitante di Diyarbakir, “Siano maledetti coloro che hanno fatto ciò”.

Per il premier turco Tayyip Erdogan si tratta di un “affare interno”, un’esecuzione scaturita in seno al partito autonomista che Unione europea e Stati Uniti considerano un’organizzazione terrorista.