ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Condanna e proteste per l'uccisione delle attiviste del PKK a Parigi

Lettura in corso:

Condanna e proteste per l'uccisione delle attiviste del PKK a Parigi

Dimensioni di testo Aa Aa

Dalla Francia alla Turchia, l’uccisione delle attiviste del PKK a Parigi scatena un’ondata di condanna. Le tre donne – tra cui figura la cofondatrice del partito curdo che lotta per l’autogoverno – sono state freddate nel palazzo che ospita il Centro di Informazione per il Kurdistan, nel cuore della capitale francese.

Il presidente francese François Hollande ha definito “crimine orribile” un atto da più parti considerato come un tentativo di fare deragliare il dialogo tra le autorità di Ankara e il leader del partito Abdullah Ocalan, incarcerato in isolamento in Turchia. La sua effige ha accompagnato una manifestazione di protesta organizzata nel luogo del triplice omicidio da alcune centinaia di persone, che hanno accusato Hollande di essere complice della Turchia.

Dal canto suo il premier turco Recep Tayyip Erdogan ha parlato di provocazione, mentre altri esponenti del partito di governo invocano altre piste possibili, come quella del regolamento interno. Manifestazioni di protesta si sono svolte anche in Turchia, dove i curdi costituiscono il 20 percento di una popolazione di circa 75 milioni di persone.