ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Belgrado "apre" all'autonomia del Kosovo

Lettura in corso:

Belgrado "apre" all'autonomia del Kosovo

Dimensioni di testo Aa Aa

Si a un regime di autonomia per il Kosovo, ma no a all’indipendenza e bisogna riconoscere uno status alla minoranza serba che abita nel nord della regione a maggioranza albanofona.
È quanto chiede il governo di Belgrado che si dice disponibile a possibili concessioni sul tema delle strutture di governo parallele serbe presenti nel nord del Kosovo.
Belgrado, che aspira ad entrare nella Unione Europea, è stata quasi costretta ad accettare la discussione come ammette lo stesso premier Ivica Dacic: “stiamo riconoscendo l’esistenza di una comunità serba in Kosovo e quindi la sua autonomia. Stiamo ammettendo che esistono autorità di Pristina. Se questa non è una concessione, allora non so proprio che cosa lo sia”.

Dacic ha confermato che questo giovedì a Bruxelles riprenderanno i colloqui tecnici fra Belgrado e Pristina, mentre il prossimo incontro politico con il premier kosovaro Hashim Thaci, resta fissato per il 17 gennaio nella capitale belga, alla presenza del capo della diplomazia europea Catherine Ashton.