ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Chavez malato resta a Cuba, rinviato l'insediamento alla presidenza

Lettura in corso:

Chavez malato resta a Cuba, rinviato l'insediamento alla presidenza

Dimensioni di testo Aa Aa

La cerimonia di insediamento dopo la rielezione di Hugo Chavez alla presidenza della repubblica colombiana, è stata rinviata fin quando il capo dello stato non si sarà rimesso. La decisone è stata presa dal parlamento di Caracas, sulla base di una lettera del vicepresidente, Nicolas Maduro.

“Il presidente sta già esercitando i suoi poteri di presidente della Repubblica, di capo dello stato e del governo. In nessun momento la Costituzione qualifica questo stato di cose come un vuoto. Non parla nè di vuoto temporaneo nè di vuoto permanente, al contrario, apre alla flessibilità, rispettando la volontà popolare, la volontà generale della nazione”.

La richiesta di un rinvio è stata giustificata in base all’articolo 231 della Costituzione. Richiesta di un parere dall’opposizione la Corte Suprema ha confermato questa interpretazione.

L’incertezza sul da farsi si riflette anche nell’opinione pubblica.

“Il presidente sta già svolgendo le sue funzioni, perchè è anche il presidente uscente. Il suo mandato è stato rinnovato, per cui è sempre lui il presidente. La cerimonia formale si potrà fare a ogni momento”.

“Ci si allontana sempre più dalla Costituzione, e questo è un male per ciascun cittadino. Più che allo stato di salute del presidente dovrebbero stare attenti a essere pronti a tutto ciò che potrebbe succedere. Credo sia una strategia per restare al potere”.

Mentre in Venezuela si prega per lui, Chavez si trova a Cuba, dove a dicembre scorso è stato operato per la quarta volta di tumore.