ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A picco le vendite di Peugeot Citroën

Lettura in corso:

A picco le vendite di Peugeot Citroën

Dimensioni di testo Aa Aa

Crollo delle vendite e ostacoli da Bruxelles per le garanzie pubbliche alla filiale bancaria: il gruppo Peugeot-Citroën comincia il 2013 sotto il segno delle difficoltà. I risultati commerciali dell’anno scorso, benché previsti, sono disastrosi: le immatricolazioni sono diminuite del 16,5% a 2,97 milioni di vetture. Anche se Psa resta il numero due in Europa, la sua situazione è preoccupante, la sua dipendenza dal Vecchio Continente, che assorbe il 60% della produzione, troppo forte. L’azienda, del resto, aveva previsto il colpo e già in estate aveva presentato un piano di ristrutturazione, che comporterà la soppressione di 8 mila posti di lavoro e la chiusura dello stabilimento di Aulnay-sous-Bois, a nord della capitale.

Psa dovrà anche affrontare la Commissione europea. Il gruppo ha infatti ottenuto una garanzia del Tesoro di 7 miliardi per la sua filiale bancaria. Secondo Bruxelles, si tratta di un aiuto pubblico, che quini dev’essere approvato dall’esecutivo europeo.