ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Alaska: trainata in porto Kulluk, la piattaforma di Shell

Lettura in corso:

Alaska: trainata in porto Kulluk, la piattaforma di Shell

Dimensioni di testo Aa Aa

Concluse in Alaska le operazioni di messa in sicurezza della Kulluk. La piattaforma per le trivellazioni petrolifere, di proprietà della Shell, si era incagliata il primo dell’anno su un’isola disabitata dell’arcipelago Kodiak, dopo aver rotto i cavi dei due rimorchi che la stavano trasportando a Seattle per interventi di manutenzione.

Le squadre d’emergenza, composte da ben 630 persone, sono riuscite a trainare la Kulluk nel porto di Kiliuda. La piattaforma ha a bordo circa 600 mila litri di carburanti e, in caso di sversamenti, avrebbe potuto causare un disastro ecologico di proporzioni enormi. L’incidente riapre la polemica sui piani di trivellazione nell’Artico del gigante petrolifero. Le comunità locali ribadiscono il loro no a progetti
offshore che potrebbero avere pesanti ricadute ambientali.