ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Natale ortodosso. Patriarca Kirill: pene meno dure per offesa a religione

Lettura in corso:

Natale ortodosso. Patriarca Kirill: pene meno dure per offesa a religione

Dimensioni di testo Aa Aa

Un Natale ortodosso col pepe del dibattito politico. I cristiani ortodossi hanno celebrato ieri, domenica 6 gennaio, la nascita di Cristo secondo il calendario giuliano.

La messa, cui ha partecipato il Premier Dmitri Medvedev, si è tenuta nella cattedrale moscovita del Cristo Salvatore, già teatro di ben meno sacre rappresentazioni, ed è stata preceduta da un’importante dichiarazione del Patriarca Kirill. Nessuna pena che limiti la libertà per chi offende la religione ha detto.

Una significativa intrusione nel dibattito scaturito dalla condanna delle Pussy Riot che, proprio nella cattedrale di Mosca, eseguirono l’Ave Maria anti-Putin costata a due di loro la reclusione.

Una legge voluta dal Cremlino e dal Presidente Vladimir Putin quella proposta a settembre che prevede fino a 3 anni di carcere per l’offesa dei sentimenti religiosi e fino a 5 anni per atti di vandalismo di arredi o testi sacri.

Putin ha celebrato il Natale vicino a Sochi, sul Mar Nero, dove possiede una residenza.