ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto: per i copti primo Natale sotto Fratelli Musulmani

Lettura in corso:

Egitto: per i copti primo Natale sotto Fratelli Musulmani

Dimensioni di testo Aa Aa

La comunità copta egiziana lunedì celebra il primo Natale sotto le autorità politiche di ispirazione islamica.

I cristiani, che rappresentano tra il 6 e il 10 per cento della popolazione, denunciano i messaggi ostili di alcuni ambienti radicali, nonostante le rassicurazioni di Mohammed Morsi che ha affermato di voler essere il presidente di tutti.

Vedono minacciati i loro diritti dalla costituzione, cui si sono opposti in occasione del referendum.

Il nuovo patriarca Tawadros II, che di recente ha incontrato il segretario generale della Lega Araba, non vuole avere un ruolo politico. Lo ha dimostrato declinando l’invito di Morsi a partecipare al dialogo nazionale.

“I copti hanno molte preoccupazioni” – dice Youssef Sidhom, redattore capo del giornale copto Al Watany – “riguardo ai punti poco chiari presenti nella costituzione e riguardo a come possa cambiare la loro vita attraverso questa legislazione”.

Gli scontri tra cristiani e musulmani sono stati frequenti durante la transizione. Ma non solo: nel gennaio di due anni fa a capodanno, sotto Mubarak, un attentato, non rivendicato, veva fatto 23 morti e numerosi feriti, all’uscita di una chiesa ad Alessandria.