ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

India: il branco accusato di stupro e omicidio

Lettura in corso:

India: il branco accusato di stupro e omicidio

Dimensioni di testo Aa Aa

La giustizia indiana ha formalmente accusato di stupro e omicidio il branco che il 16 dicembre, su un autobus, abusò della studentessa deceduta sabato dopo una lunga agonia.

Alla sbarra l’autista del mezzo, suo fratello e quattro amici. Uno di loro sarà giudicato da un tribunale minorile, una volta accertata l’età.

La brutalità dell’aggressione ha scatenato la collera popolare. I capi d’accusa, per cui gli imputati rischiano la pena di morte, in un fascicolo di mille pagine.

“Stiamo solo dicendo: perché accadono cose simili? “, dice l’avvocato Dharmendra Kumar Mishra, “Perché la polizia si limita a depositare migliaia di carte quando il suo ruolo dovrebbe essere piuttosto quello di prevenire?”.

Nessuno dei 2500 avvocati, in piazza contro l’inerzia delle forze dell’ordine, ha accettato di difendere gli accusati che, assenti dall’aula per questioni di sicurezza, avranno una difesa d’ufficio.

I sei, ubriachi, hanno violentato a più riprese la ragazza di 23 anni, brutalizzandola con una sbarra di ferro e procurandole gravi lesioni al cervello e all’intestino. Con la stessa sbarra hanno picchiato il fidanzato.

Il conducente, capobranco, ha persino cercato di schiacciare la vittima, buttata per strada nuda e priva di sensi.