ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

India: alla sbarra il branco che violentò la studentessa morta sabato

Lettura in corso:

India: alla sbarra il branco che violentò la studentessa morta sabato

Dimensioni di testo Aa Aa

Processo per direttissima in India per il branco che il 16 dicembre violentò una studentessa su un autobus, morta sabato in ospedale dopo una lunga agonia.

Alla sbarra i cinque presunti colpevoli: accusati di stupro e omicidio, rischiano la pena di morte.

Avranno una difesa d’ufficio, nessuno dei 2500 avvocati ha accettato di difenderli.

La Corte speciale che li giudica non dovrebbe impiegare più di un mese a emettere il verdetto.

Il sesto uomo, un diciassettenne, sarà invece giudicato dal tribunale dei minori. Ma è stato sottoposto a esami ossei per accertarne l’età effettiva.

Il caso continua a monopolizzare l’attenzione pubblica, scioccata dalla brutale dinamica dello stupro di gruppo: sull’autobus in movimento, i sei accusati, ubriachi, hanno violentato a più riprese la ragazza di 23 anni, utilizzando anche una sbarra di ferro e procurandole gravi lesioni al cervello e all’intestino.

Poi l’hanno scaraventata per strada, nuda e priva di sensi, insieme al fidanzato. Il conducente ha persino cercato di schiacciarla.

A New Delhi si susseguono intanto le manifestazioni contro la violenza alle donne, mentre la famiglia della vittima si è detta a favore della proposta di intitolarle una legge anti-stupro.