ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cile, in carcere 6 presunti responsabili della morte di Victor Jara

Lettura in corso:

Cile, in carcere 6 presunti responsabili della morte di Victor Jara

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo quasi quarant’anni, il Cile si avvia a fare giustizia per l’assassinio di Victor Jara. Sei ex militari, ritenuti coinvolti nella morte del cantante cileno, sono stati arrestati. Tra di loro, anche Hugo Sanchez, accusato di essere uno dei due esecutori materiali dell’omicidio. Il secondo, Pedro Barrientos, vive negli Stati Uniti. Per lui la magistratura cilena sta preparando una domanda di estradizione.

Da tempo la vedova di Victor Jara, Joan, si batte per ottenere un regolare processo. E ora, tre anni dopo l’esumazione della salma e della cerimonia funebre, dichiara: “Questo non è il momento di celebrare. E’ il momento di rimanere calmi, sapendo che abbiamo ancora molta strada da percorrere prima che sia fatta giustizia per tutte le vittime”.

Il cantante e militante comunista venne arrestato dopo il colpo di stato di Augusto Pinochet, l’11 settembre 1973. Imprigionato nello stadio di Santiago, che ora porta il suo nome, insieme a migliaia di altri civili, fu torturato per giorni prima di essere ucciso.