ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tuffo di Capodanno all'Aja, a Berlino e a Roma

Lettura in corso:

Tuffo di Capodanno all'Aja, a Berlino e a Roma

Dimensioni di testo Aa Aa

Dall’Olanda alla Germania, all’Italia. Migliaia di coraggiosi hanno sfidato il freddo per farsi una nuotata a Capodanno.

All’Aja, sono stati ben 10mila i bagnanti che a mezzogiorno, con indosso soltanto il costume, si sono tuffati nel Mare del Nord, dove la temperatura dell’acqua era di 8 gradi, per continuare una tradizione nata nel 1960.

A Berlino alcuni nuotatori hanno fatto a meno anche del costume per immergersi nel lago Oranke, con una temperatura di soli tre gradi sopra lo zero.

A Roma, anche quest’anno il 32enne Marco Fois e il 60enne Maurizio Palmulli, detto Mister Ok, si sono tuffati nel Tevere. Per Palmulli era la 25esima volta e anche l’ultima, o almeno così pare aver deciso. Il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, gli ha consegnato una medaglia e lo ha nominato simbolicamente custode del Tevere.