ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Accordo di base sul Fiscal Cliff". Obama rassicura in tv

Lettura in corso:

"Accordo di base sul Fiscal Cliff". Obama rassicura in tv

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ poco prima di una rara sessione domenicale del Senato americano, che arrivano i primi incoraggianti segnali sul fiscal cliff: “Un accordo è ormai ad un passo – dicono Casa Bianca ed esponenti repubblicani – il precipizio fiscale si allontana”.

Ad annunciare il fulcro dell’intesa è lo stesso Obama.

“Il mio auspicio – ha detto in un’intervista registrata sabato – è che nonostante le differenze che ci separano, si imponga come priorità condivisa l’impegno a evitare un aumento delle tasse per le classi medie, che si abbatterebbe pesantemente sulla nostra economia. Democratici e Repubblicani sono concordi nel sostenere che simili aumenti vadano evitati. Su questo siamo d’accordo. Il fiscal cliff fà già molta meno paura”.

Messo in guardia dalle reazioni dei mercati in caso di fumata nera, Obama ha però anche schizzato un piano d’emergenza: se l’accordo salta, ha detto, il primo voto del Congresso alla ripresa del 4 gennaio sarà per ridurre le tasse alle classi medie.

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

Un passo verso l’accordo, uno più lontani dal precipizio fiscale. Obama rassicura in tv: “Coi repubblicani d’accordo sul no agli aumenti per le classi medie”.

(2) E’ poco prima di una rara sessione domenicale del Senato americano, che arrivano i primi incoraggianti segnali sul fiscal cliff: “Un accordo è ormai ad un passo – dicono Casa Bianca ed esponenti repubblicani – il precipizio fiscale si allontana”. (14/14)

(14) Ad annunciare il fulcro dell’intesa è lo stesso Obama. (3/3)

(17 sot) “Il mio auspicio è che nonostante le differenze che ci separano, si imponga come priorità condivisa l’impegno a evitare un aumento delle tasse per le classi medie, che si abbatterebbe pesantemente sulla nostra economia. Democratici e Repubblicani sono concordi nel sostenere che simili aumenti vadano evitati. Su questo siamo d’accordo. Il fiscal cliff fà già molta meno paura”. (23/29)

(46) Messo in guardia dalle reazioni dei mercati in caso di fumata nera, Obama ha però anche schizzato un piano d’emergenza: se l’accordo salta, ha detto, il primo voto del Congresso alla ripresa del quattro gennaio sarà per ridurre le tasse alle classi medie. (14/14)