ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Pakistan. L'erede della dinastia Bhutto in politica


Pakistan

Pakistan. L'erede della dinastia Bhutto in politica

Il figlio di Benazir Bhutto entra in politica. Il ventiquattrenne Bilawal Bhutto è il rampollo della più importante dinastia politica pakistana.

È nipote di Zulfikar Alì Bhutto, capo dello stato negli anni ’70 e morto impiccato in carcere dopo un colpo di stato. Il padre è l’attuale presidente Asif Ali Zardari, che lo ha affiancato nel raduno di Larkana, nel sud del paese, teatro del suo debutto. La madre era appunto Benazir Bhutto, per due volte a capo del governo, negli anni ’80 e ’90. Morì in un attentato perpetrato a Rawalpindi nel 2007, dopo un comizio elettorale.

Le circostanze dell’uccisione non sono state ancora elucidate e il giovane Bhutto ha scelto proprio la data del quinto anniversario dell’assassinio per annunciare il suo impegno nella stessa formazione che fu della madre e del nonno, il Partito del popolo pakistano. Le prossime elezioni sono in programma in primavera.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Hollande: "non interverremo contro i ribelli centrafricani"