ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Italia: volantino sul femminicidio, parroco Lerici non fa 'mea culpa'

Lettura in corso:

Italia: volantino sul femminicidio, parroco Lerici non fa 'mea culpa'

Dimensioni di testo Aa Aa

Prima ha giustificato il femminicidio con l’atteggiamento provocante delle donne, poi ha insultato la stampa. Don Piero Corsi è il protagonista di una storia che riporta l’Italia indietro nel tempo.

Il parroco di San Terenzo di Lerici ha pubblicato sulla bacheca della chiesa l’articolo di un sito integralista cattolico dal titolo ‘donne provocate gli istinti e cercate guai’. L’eco della stampa e il successivo ordine del vescovo di La Spezia di rimuovere il testo, lo hanno spinto a fare un passo indietro.

Intevistato dalla tv della diocesi, ha annunciato che si prenderà un periodo di riposo. Ma prima di chiudersi nel silenzio, è tornato a far parlare di sé insultando un giornalista:

‘‘Non so se è un frocio anche lei o meno – ha detto Corsi al giornalista di RadioRai che lo intervistava – cosa prova quando vede una donna nuda?”

Il sindaco della piccola comunità di Lerici si dice indignato dagli atteggiamenti di don Corsi, sui
quali la Curia è già intervenuta in passato.

“Sono confusa – ammetta una donna della cittadina della Liguria – Questa storia ha scioccato tutte noi donne”.

Nella tarda serata di giovedì arriva anche la condanna del Vaticano da parte del presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia, Vincenzo Paglia. In Italia sono118 le donne assassinate nel 2012.